La nostra idea per un apprendimento felice

Written by Franca Crocetto. Posted in Occhi sul mondo

ProveColore_appstart_logo

 

  • 1.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 10.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 11.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 12.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 13.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 14.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 15.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 16.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 2.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 3.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 30.AppStart_progetto_scuola_2014-2
  • 30.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 31.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 32.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 33.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 34.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 35.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 36.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 37.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 38.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 39.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 4.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 40.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 41.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 42.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 5.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 6.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 7.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 8.AppStart_progetto_scuola_2014
  • 9.AppStart_progetto_scuola_2014

 

Voglio raccontarvi di un’avventura entusiasmante che quest’anno io, Mariateresa, Marisa e Annalisa, unendo l’esperienza di Yin-sieme e Doposcuola Digitale, abbiamo fatto conducendo uno “spazio esperienziale” per bambini a Tito.
Il tutto racchiuso in una stanza, con un’appendice all’esterno.
Ci avevano chiesto di organizzare un “Centro estivo”, noi abbiamo accettato e …. lo abbiamo trasformato in un vero e proprio laboratorio, arricchendolo di contenuti e occasioni, anche per verificare alcune ipotesi: il bambino apprende divertendosi, manipolando, partecipando alla discussione, esprimendo le proprie opinioni. Egli apprende con gli altri, ogni apprendimento è, cioè, cum-prensione.

E’ una proposta …. l’invecchiamento attivo!

Written by Franca Crocetto. Posted in Occhi sul mondo

logo_1
E’ da tempo che pensavo a come sarebbe stata la vecchiaia (riderete, pensando: “per forza!”), poi abbiamo iniziato a discutere di questo con un mio amico (della stessa età) ed abbiamo coinvolto anche mio nipote (molto, molto più giovane di noi), riflettendo che non abbiamo nessuna voglia di restare isolati, di allontanarci dal mondo attivo… Abbiamo pensato che si rimane giovani se se vive accanto ai giovani… e che, forse, anche i giovani hanno bisogno di noi, che non siamo poi tanto “da buttare”. Pian piano abbiamo iniziato a leggere tanto, a conoscere le proposte fatte e le nuove idee… e abbiamo buttato giù anche noi la nostra idea, che abbiamo esposto all’amministrazione di Bella (un’amministrazione illuminata!), che l’ha appoggiata… Ora abbiamo voluto condividerla sulla piattaforma Edison Start, pensando che sia importante partecipare, perché ognuno possa esprimere il suo parere sul nostro progetto… perché pensiamo che sia bello fare impresa in modo innovativo: condivisione, non competizione.

“MA SONO TUTTI DISLESSICI?”

Written by Angela Geraldi. Posted in DSA

  • 001
  • 015
  • 017

La risposta del prof. Giacomo Stella ospite della sez. AID di Potenza

Lunedì 3 febbraio u.s. nell’ambito dei seminari Incontriamoci e parliamo di… la sezione AID di Potenza, ha ospitato il prof. Giacomo Stella (psicologo-docente universitario-fondatore dell’AID e del Centro S.O.S. Dislessia di Bologna) massimo esperto di DSA in Italia. Nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo La Vista numerosi insegnanti, genitori, psicologi, logopedisti hanno partecipato con grandissimo interesse a questo incontro tanto atteso, che ha riportato il prof. Stella a Potenza dopo diversi anni. L’illustre relatore si è soffermato, con la competenza e la simpatia che lo caratterizzano, sui meccanismi dell’apprendimento, sugli automatismi che intervengono nei processi di letto-scrittura, sul ruolo strategico degli insegnanti nella problematica DSA. Nel suo intervento il prof. Stella ha strategicamente alternato contenuti scientifici, esempi pratici e aneddoti di vita personale e professionale, catturando per oltre due ore l’attenzione dei presenti e fornendo loro importanti elementi di riflessione.