Inedito galloitalico

Written by Antonella Spota. Posted in Occhi sul mondo

invito_web-1

Dialetto, parlanti e civiltà contadina in Basilicata.

Il 30 luglio alle ore 18, presso il convento S.Antonio da Padova di Tito (PZ), verrà presentato il volume “Inedito Galloitalico” di Tonino Cuccaro.

Il lavoro nasce come prosecuzione ideale dell`opera divulgativa già portata avanti negli ultimi anni dall’autore sul fenomeno linguistico Galloitalico:si tratta di un ceppo linguistico originario delle regioni italiane del Nord-Ovest, al confine con la Francia, che per ragioni storiche ancora oggi oscure, e su cui il libro tenta di gettare qualche luce, è presente in alcuni centri della Basilicata (Potenza, Pignola, Tito, Picerno, Trecchina e altri in misura minore). A scoprire che i dialetti di questi comuni si differenziavano da quelli di tutti gli altri paesi lucani, classificati invece come “meridionali”, fu il dialettologo tedesco Gerhard Rohlfs, negli anni 20-30 del’900.

Oltre a fornire spunti di riflessione sull’aspetto storico del fenomeno, il volume raccoglie un glossario di vocaboli “inediti”, da cui il titolo, tratti dal dialetto titese, che vengono spiegati e comparati con altri dialetti galloitalici.

Interessante la sezione dedicata ai proverbi, fondamentale espressione della civiltà contadina, che possiamo ritenere a pieno titolo la vera protagonista dell’opera. Il lettore poi si divertirà a cercare di tradurre i motti e il loro significato metaforico.

In una discussione con l’autore è emerso, inoltre, come centrale sia stato il ruolo della donna, depositaria privilegiata del patrimonio culturale oltre che linguistico di quel mondo.

All’evento saranno presenti i rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni, coinvolte in vari modi nel fenomeno culturale, come il gruppo folk “Li Titesi” che allieterà la serata.

Trackback dal tuo sito.

Antonella Spota

Antonella Spota

steve jobs diceva “stay hungry stay foolish”!sono antonella spota e di sicuro sono più foolish che hungry!lavoro come logopedista ed ancora tutti i miei cassetti sono zeppi di sogni che spero un giorno di poter realizzare.mi piace scrivere,leggo molto e sono un.appassionata di danza e spettacolo. adoro,poi, la biodanza che mi permette sopratutto di Essere prima ancora di Fare.

Commenti (1)

  • Vito Daniele Cuccaro

    |

    Ottimo articolo! Non mancate alla presentazione del libro! Vito.

    Rispondi

Lascia un commento