It’s Getting Better! 50 anni di The Beatles

Written by Antonella Amodio. Posted in Occhi sul mondo

 

Stamani nelle sale espositive della nostra Biblioteca Nazionale con Patrizia e Mariangela.. i mie occhi non avevano che vedere, mille ricordi, immagini, suoni, sensazioni.. i Beatles, un luogo dell’anima di tanti di noi degli anni ’60, ’70.. siamo cresciuti con le loro canzoni. Grazie di cuore agli organizzatori che ci spiegano ragioni, tempi e modi di svolgimento della bella iniziativa:
‘Il motivo che ha convinto la Biblioteca Nazionale di Potenza, l’associazione Manteca, alcuni fan dei Beatles a collaborare a organizzare un evento su due livelli che, seppur distinti, sono legati da uno stesso filo conduttore, è, in occasione del la ricorrenza del cinquantesimo anniversario dell’ uscita del primo LP dei Beatles (marzo 1963), poter analizzare, in ogni dettaglio, pur consapevoli di non poter essere esaustivi, il fenomeno Beatles sia per l’impatto sulla musica pop e rock, che per l’influenza sul costume e sulla moda dell’epoca.
Pertanto la Biblioteca Nazionale ospita una mostra documentaria, discografica (italiana, inglese e americana) e di memorabilia, in originali.
La mostra sarà fruibile gratuitamente per tutti i mesi di luglio, agosto fino al 13 settembre secondo i seguenti orari (lun.- ven. 9-19 e sabato 9-13).
Ad agosto sono inoltre previsti incontri pubblici sul tema con autori ed esperti ospiti.

Le iniziative parallele previste (mostre, incontri con l’autore, musica live, cineforum e performance varie) nei giorni 11, 12 e 13 settembre 2013 al Manteca e il 12 settembre alla Biblioteca Nazionale chiuderanno idealmente la manifestazione.

E’ indubbio che i quattro ragazzi di Liverpool restano grandi interpreti e in parte precursori del cambiamento socio-antropologico degli anni sessanta dando voce a un pubblico trascurato e incompreso fino a quel momento.
Una band che con la sola forza della musica ha segnato la nascita della moderna industria dei concerti dal vivo, ma soprattutto della cultura giovanile di massa.
Per capire quanto furono mitizzati basta guardare il materiale che è stato prodotto in quegli anni recante il loro nome; magliette, spille, cappelli non sono che una minima parte dell’oggettistica a loro dedicata.
Ma anche saponi, talchi, parrucche, bambole, scarpe e lampade sono stati acquistati da tutti i “beatlesmaniac” di quel periodo e, oggigiorno, sono diventati veri e propri oggetti da collezione.’

Trackback dal tuo sito.

Antonella Amodio

Antonella Amodio

Presidente

Francesca Antonella Amodio, per tutti Antonella, presidente di Yin-sieme. Docente, pedagogista, psicologa, psicoterapeuta ad indirizzo bioenergetico, biodanzante. Formatrice nazionale DSA, da brava dislessica, ideatrice e conduttrice delle ‘feste dys’ di cui sono ovviamente a tutti gli effetti il capo.
Autrice de ‘Il laribinto, il mio viaggio nella dislessia’ e del romanzo ‘Lo zoo del piano di sopra.. quando al piano di sotto l’amore fa male , adoro scrivere. Istruttrice di nuoto, molti gli sport praticati, amo tutto quello che ha a che fare con la corporeità così come con la spiritualità, pratico meditazione e sono stata più volte in India per questo, ho il secondo livello di Reiki, sono vegana, rispetto e onoro ogni religione e credo in quella dell’essere umano. Da quando un anziano monaco m’ha detto che il mio sorriso è il sorriso di Dio, ho realizzato che è vero, quello di ognuno lo è, così ho pensato che il Paradiso sarà qui, quando ogni essere al mondo sorriderà e…io voglio essere in Paradisoooo!

Lascia un commento