La regione Basilicata applica finalmente l’art.7 della legge 20/2007 in un bando di concorso

Written by Angela Geraldi. Posted in DSA

Finalmente nel D.P.R.G. n. 234 pubblicato sul BUR del 16 settembre 2013 sono previste prove di esame con modalità adeguate ai partecipanti con DSA, per il conseguimento dell’idoneità all’esercizio della professione di Direttore Tecnico di Agenzia di Viaggio e Turismo relative alla Disciplina delle Attività di Organizzazione ed intermediazione di Viaggi e Turismo.
Il Decreto all’art. 3 prevede, infatti, per i candidati con Disturbo Specifico di Apprendimento certificato, la possibilità di “sostituire le prove di esame con un colloquio orale o di utilizzare strumenti compensativi per le difficoltà di lettura, di scrittura e di calcolo, ovvero di un prolungamento dei tempi stabiliti per l’espletamento delle medesime prove…”.
Viene, quindi, applicato quanto stabilito dalla Legge Regionale n. 20 del 12/11/2007 (art. 7), la prima legge in Italia sui DSA.
Ci auguriamo che l’attenzione dimostrata dall’Assessore alle Attività Produttive e al Turismo diventi prassi comune per tutte le prove di esame che saranno bandite dalla nostra Regione.

La Sezione di Potenza dell’Associazione Italiana Dislessia

Trackback dal tuo sito.

Angela Geraldi

Angela Geraldi

Sono docente di Educazione Fisica specializzata in Cinesiologia Correttiva e Rieducativa e nell’insegnamento di sostegno. Insegno, infatti, ad alunni diversamente abili nella Scuola Secondaria di I grado.
Da qualche anno mi occupo anche di DSA e sono referente per gli insegnanti della sez. AID di Potenza. L’incontro con il “pianeta dislessia” è avvenuto per caso ma è stato subito coinvolgente e affascinante. Credo che i DSA rappresentino una delle sfide più importanti per la Scuola e per noi insegnanti. Solo noi, infatti, con le giuste strategie e la collaborazione della famiglia, possiamo guarire gli alunni dislessici dal “mal di scuola”. Sicuramente avere un nipote dislessico mi permette di vivere e, spero, capire il problema dai diversi punti di vista: quello degli alunni, quello dei genitori e quello degli insegnanti.
Come tutti, ho anch’io delle passioni e degli interessi: amo il movimento e lo sport (ho giocato a basket per vent’anni, ma ho anche praticato nuoto, tennis, sci); mi piacciono la lettura, il cinema, i viaggi…

Commenti (1)

  • Vanessa

    |

    Salve, sono un’assistente sociale e ho incontrato bambini e ragazzi dislessici. il problema è sempre lo stesso, LA SCUOLA. come posso aiutarli a far comprendere agli insegnanti, ma inanzitutto ai genitori che si tratta di una vera e propria sfida e che non si rapportano come gli altri alunni o altri fratelli al mondo scuola?

    Rispondi

Lascia un commento